Dorico Virtuale
5/6/7/8.12

Dorico Virtuale

5
6
7
8.12

proiezioni in VR a cura di Omar Rashid
in collaborazione con Rai Cinema Channel

10 posti disponibili per ciascuna proiezione

Corto Dorico prosegue il focus sui nuovi linguaggi dell’audiovisivo e si lancia alla scoperta della realtà virtuale, grazie all’importante partnership con Rai Cinema Channel, che permetterà alla Sala Boxe della Mole Vanvitelliana di trasformarsi per cinque giornate in un’autentica Sala VR. Il pubblico del Festival avrà modo di ammirare una selezione di 5 tra le più interessanti opere italiane in realtà virtuale, all’interno di una speciale sezione curata da Omar Rashid, già ospite del Festival nel 2017, assieme ad Elio Germano, con il laboratorio Storie dell’Appennino realizzate nelle aree colpite dal sisma.

Omar Rashid, art director, produttore, designer, termina gli studi al Polimoda di Firenze nel 2002. Dopo alcune esperienze come designer di abbigliamento fra Parigi e New York, crea la sua linea streetwear e usa canali non convenzionali per farla conoscere. La passione per i nuovi linguaggi e la loro applicazione diventa l’elemento centrale della sua professione. Nel 2013 realizza Gold AR, app in realtà aumentata vincitrice degli Auggie Award come Miglior Campagna Marketing basata sulla Realtà Aumentata. Nel 2016, insieme a Elio Germano, realizza “NoBorders VR”, primo documentario italiano che usa la realtà virtuale, vincitore del premio Migrarti del Mibact alla Mostra del Cinema di Venezia. Dal 2018, con il team della propria agenzia di comunicazione Gold, realizza progetti VR e audiovisivi sia personali che su commissione. Nel 2019 co-dirige con Elio Germano “Segnale d’allarme”, trasposizione in film VR dell’opera teatrale “La Mia Battaglia” scritto da Elio Germano e Chiara Lagani e dallo stesso anno collabora con la rivista Best Movie per cui intervista gli attori e i registi più interessanti del momento. Nel 2020 realizza la web-serie “L’ufficio ai tempi del covid- 19” e “LOCKDOWN 2020”, cui segue nel 2021 “Vulcano”,  suo lavoro più recente.

5.12
ore 21.30
sala boxe – mole vanvitelliana

segnale d’allarme – la mia battaglia vr

di Omar Rashid e Elio Germano
con Elio Germano
Italia | Anno 2019 | Durata 70’

Nato dallo spettacolo teatrale di cui era attore unico e regista, scritto a quattro mani con Chiara Lagani, questo VR movie nasce dalla collaborazione con Omar Rashid (co-regista del film) ed il progetto multimediale Gold, di cui Rashid è fondatore.
Qual è l’allarme? Questo nostro tempo, il diffondersi del pensiero assolutista fomentato da un’informazione deformata di cui la nostra società è vittima. Le nuove tecnologie che hanno cambiato la comunicazione, se da un lato si propongono come democratiche, dall’altro facilitano la manipolazione del pubblico.
Attraverso e grazie alla VR sarete portati ad immergervi nell’opera teatrale diventandone parte. Vi troverete in sala, in prima fila, insieme agli altri spettatori. Sentirete l’energia della stanza intorno a voi. Cercherete lo sguardo di chi vi è seduto accanto, perfino i gesti. Assisterete ad un monologo che sarà un crescendo e allo stesso tempo una caduta verso il grottesco. Segnale d’Allarme racconta una storia vera, la nostra.

repliche:
6.12 – ore 21.30
7.12 – ore 21.30
8.12 – ore 11.00 – 15.00 – 21.30

ingresso 10 euro

5.12
ore 17.00
sala boxe – mole vanvitelliana

Vulcano

di Omar Rashid
con la voce di Valentina Lodovini
Italia | Anno 2021| Durata 10’

Vulcano è un film in VR che mostra l’eruzione del vulcano islandese sul monte Fagradalsfjall, dopo 800 anni di inattività. Questo viaggio immersivo a 360°, tra paesaggi sconfinati e fiumi di lava incandescente, ricostruisce l’evento dell’eruzione vulcanica in tutta la sua spettacolarità. La realtà virtuale trasporta lo spettatore in un luogo inesplorabile, fino a condurlo ai piedi del vulcano. Le immagini del vulcano, risvegliato da un sonno lungo 8 secoli, rispolverano il legame ancestrale uomo-terra e scatenano nello spettatore un istinto primordiale dimenticato da tempo.

repliche ore 18.00 – 19.00 – 20.00

ingresso 5 euro

6.12
ore 18.00
sala boxe – mole vanvitelliana

la regina di cuori

di Thomas Turolo
con Beatrice Vendramin, Maria Sole Pollio e Giuseppe Battiston
musiche Aka7even
Italia | Anno 2021 | Durata 17’

Alice ha 18 anni ed ha paura di addormentarsi. Ogni notte rivive lo stesso incubo, fatto di corse senza fine, di terribili sfide in cui affronta un’inquietante Regina di Cuori. L’arte, gli amici, il suo ragazzo sembrano non poterla aiutare a superare un incubo profondamente legato al suo passato. Quando le ferite diventano cicatrici? Le cicatrici possono scomparire?

Thomas Turolo nasce nel 1980 a Udine, dove si laurea al Dams. Lavora alcuni anni come attore teatrale, doppiatore e conduttore radiofonico, per poi passare alla sceneggiatura, alla produzione ed alla regia di una serie di documentari dal forte carattere sociale e antropologico, tra cui “Ali di sale” (2009), “Mafi rabia’ – non c’è più primavera” (2010), e “Ogni singolo giorno” (2014). Nel 2014 fonda la casa di produzione cinematografica e audiovisiva Red On Productions. Nel 2018 realizza il docufilm “Dieç-il miracolo di Illegio”, cui segue “Sinfonia di viaggio” (2019). La Regina di Cuori, suo lavoro più recente, è stato presentato in evento speciale alla 78ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

repliche ore 19.00 – 20.00

ingresso 5 euro

7.12
ore 17.00
sala boxe – mole vanvitelliana

Lockdown 2020 – l’Italia invisibile

di Omar Rashid
con la voce di Matilde Gioli e Vinicio Marchioni
Italia | Anno 2020| Durata 20’

Dall’8 Marzo al 4 Maggio 2020 l’Italia ha dovuto chiudersi in casa. Le bellezze infinite del nostro paese per la prima volta non erano vissute, ammirate né visitate da nessuno. E mentre la vita della maggior parte delle persone era quasi cristallizzata, in un momento di pausa pregno di inquietudine, limitazioni e nuove abitudini da acquisire, le città respiravano. Vuote. Un film VR documentario, un tour per raccontare un’Italia che nessuno poteva vedere, ma che era lì, immobile nella sua maestosità. Matilde Gioli e Vinicio Marchioni accompagnano gli spettatori che partecipano a questo viaggio. Danno voce alle parole di Laura Accerboni che racconta attraverso la poesia lo spaesamento che tutti abbiamo vissuto, la distanza, il turbamento.

repliche ore 18.00 – 19.15 – 20.15

ingresso 5 euro

8.12
ore 18.30
sala boxe – mole vanvitelliana

Vr free

di Milad Tangshir
con Michele Romano e Michele Bono
Italia | Anno 2019 | Durata 10’

VR Free analizza la natura degli spazi di reclusione, riprendendo frammenti di vita all’interno della Casa Circondariale Lorusso e Cutugno di Torino. Nel film si vedono anche le reazioni di alcuni detenuti che guardano video immersivi sulla vita fuori della prigione. Con l’aiuto dei caschi VR, i detenuti riescono a partecipare virtualmente ad alcune situazioni collettive e intime che non sono più alla loro portata.

Milad Tangshir (Tehran, Iran, 1983) ha studiato ingegneria mineraria presso l’Islamic Azad University di Tehran e ha fatto parte, per otto anni, nella veste di compositore e tecnico, del gruppo rock iraniano Ahoora, con cui ha realizzato tre album che hanno ricevuto consensi dalla critica internazionale. Dal 2011 vive in Italia, per studiare cinema al Dams dell’Università di Torino. Dal 2012 ha realizzato diversi cortometraggi, sia documentari, sia di finzione, presentati e premiati in diversi festival nazionali e internazionali. VR Free, suo primo cortometraggio in realtà virtuale, è stato selezionato al Venice Virtual Reality della 76ª Mostra del Cinema di Venezia.

repliche ore 19.30 – 20.30

ingresso 5 euro