Finalisti Tema Sociale

settanta_smallSettanta

di Pippo Mezzapesa (Bari)

anno 2013 durata 10' formato DV/DVCAM sinossi  Taranto, Rione Tamburi, il più vicino all'Ilva, il più inquinato d'Europa. Qui, all'ombra delle ciminiere, Enzo "Baffone" e suo figlio Egidio decidono di "vendere il destino" a chi dal destino è stato tradito. bio Regista, sceneggiatore e produttore. Tra i tra i suoi lavori: "Il paese delle spose infelici" (Festival Internazionale del Film di Roma), "Pinuccio Lovero - Sogno di una morte di mezza estate" (Mostra d'Arte cinematografica di Venezia), "Pinuccio Lovero Yes I can" (Festival Internazionale del Cinema di Roma), "Zinanà" (David di Donatello come miglior cortometraggio), "L'altra metà" (nomination David di Donatello, nomination Globo d'oro, menzione speciale Nastri d'Argento), "Come a Cassano" (menzione speciale Nastri d'Argento), "Settanta" (nomination David di Donatello)

cinghiali_smallPrendere i cinghiali con le mani

di Corrado Ceron (Vicenza)
anno 2012 durata 19'5" formato HD sinossi Al centro della storia ci sono un ragazzino con il suo pesce rosso e una ragazzina col fratello diversamente abile. E poi c'è il mondo degli adulti, un mondo complicato da storie d'amore, tradimento, violenza, sogni e valori deformati. bio Si laurea in Filosofia alla Cattolica di Milano. A Roma dal 2004, si diploma in Regia Cinematografica a Cinecittà, frequenta un'accademia teatrale, una scuola di fotografia e un corso di scrittura creativa. E' autore di cortometraggi di finzione, documentari, spot e videoclip. Nel 2010 vince un concorso europeo (Action for women) con il corto "Il mio primo schiaffo", premiato al Festival di Venezia. La sceneggiatura del lungometraggio "MaiFrend" ottiene una menzione speciale al concorso Solinas Experimenta 2011. Fonda la MilagroFilm, produzioni video e cinematografiche e nel 2013 "Un amore di plastica" vince il premio come miglior cortometraggio al Social World Film Festival di Vico Equense.

matilde_smallMatilde

di Vito Palmieri (Bologna)

anno 2013 durata 10' formato HD sinossi Pur essendo di poche parole, Matilde è una bambina dall'intelligenza vivace e dalla personalità spiccata. Tra i banchi di scuola, però, c'è qualcosa che sembra turbarla. bio Laureato in Filmologia al Dams di Bologna. Con "Tana libera tutti" è candidato ai David di Donatello 2006. Cinque anni dopo, "Il valzer dello Zecchino - Viaggio in Italia a tre tempi", vince il premio come miglior documentario all'Annecy Cinéma Italien, il premio speciale della giuria al Festival Internazionale Arcipelago, il primo premio al Molise Cinema Festival e una menzione speciale al Genova Film Festival. Il corto "Matilde", selezionato al Festival Internazionale del Cinema di Berlino 2013 nella sezione Generation, vince il premio come miglior corto al Toronto International Film Festival sezione Kids, il primo premio al Rome Indipendent Film Festival, miglior corto al Festival del Cinema Europeo di Lecce.

passouomo_smallA passo d'uomo

di Giovanni Aloi (Genova)
anno 2013 durata 14' formato HD sinossi Fiore è un padre separato, cassaintegrato dell'Ilva di Genova, affetto da una latente ludopatia, costretto a vivere in automobile. Nonostante i pochi spiccioli in tasca, prova a far vivere al figlio Leo un'ultima domenica di festa. bio studia cinema e critica all'Università di Bologna e arti plastiche all' Università Paris VIII. Lavora come autore a "Le Iene Show". Con "La Promessa", documentario sulla vita di un giovane calciatore a cavallo tra gli anni sessanta e gli anni di piombo, vince la Mention d'Honneur al festival Sport Movies&TV. Il suo secondo documentario "Lives" è una serie di ritratti di persone legate al cinema tra cui il premio Oscar Charlie Kaufman, il maestro Mario Monicelli e il Monthy Phyton Michael Palin. Tra i suoi video musicali, "Anestesia totale" di Valentino Corvino vede la partecipazione di Isabella Ferrari su testi di Marco Travaglio), "Deep Shadow" di T.T.L. (colonna sonora del trailer di "The Hunger Games", "One" di Tying Tiffany e "Sleeping Tears" della band Vanity (Rough Trade Distribution) Ha appena ultimato il suo primo lungometraggio "Pan Play Decadence" attualmente in distribuzione con Future Artists in UK&Eire.

pecci_smallTry and see

di Giacomo Pecci (Macerata)

anno 2012 durata 11'34" formato HD sinossi Il travaglio quotidiano di tre richiedenti asilo politico, nell'asfittica palude della provincia Italiana. Dopo un viaggio di centinaia di chilometri la loro speranza perde lentamente di senso nell'immobilità di una sala d'attesa forzata bio Ventiquattrenne di Montegiorgio, studia Sociologia all'università di Urbino. Nel 2011, con il sound designer Riccardo Liberati, avvia il progetto Lelimane per lavori di videoarte, videospot, documentari e collaborazioni con festival marchigiani. Nel 2012 conclude il corso di Filmmaking della scuola di cinematografia Officine Mattoli, realizzando "Try and see" primo cortometraggio in lingua originale.

dreaming_apercar_smallDreaming apecar

di Dario Leone (Torino)
anno 2013 durata 16' formato HD sinossi Caterina è una donna italiana di quarantacinque anni. Da molti mesi è senza lavoro. Trovarne un altro sembra impossibile, così accetta di fare la badante. Dovrà occuparsi di Gheorghe, esuberante ottantenne romeno su sedia a rotelle. Un'esperienza che le cambierà la vita. bio Laureato in Cinema al Dams di Bologna, nel 2004 si cimenta nella regia col documentario "Lacrima Inchiostro - tracce di Cesare Pavese", vincitore del MedVideoFestival. Con "Adina e Dumitra" si aggiudica il Premio Solinas – Talenti in Corto 2010 e, tra gli altri riconoscimenti, il premio Coos Corto Dorico 2010.

More than two hours

di Ali Asgari (Roma)

anno 2013 durata 15' formato HD sinossi Sono le tre del mattino, un ragazzo e una ragazza vagano per la città . Cercano un ospedale che si prenda cura della ragazza, ma trovarlo è molto più difficile di quanto pensino. bio Studia cinema all'Università di Roma Tre. Inizia la carriera come assistente alla regia. Al suo attivo, oltre dieci lungometraggi e 30 corti. Nel 2013 partecipa al Berlinale Talent Campus e nello stesso anno, "More than two hours" è nominato alla Palma d'oro al Festival di Cannes.